01 SITO MODIFICATO.jpg02 MONTURA.jpg03 SITO MODIFICATO.jpg04 CHINI FRUIT.jpg05 SITO MODIFICATO.jpg06 alpstation.jpg07 SITO MODIFICATO.jpg08 melinda.jpg09 SITO MODIFICATO.jpg10 latte trento.jpg11 SITO MODIFICATO.jpg12 cassa rurale.jpg

EDIZIONE 2016

  

Gil Pintarelli e Laura Ricci centrano il tris e conquistano con autorità la 10ª Tovel Running

Tre su tre. Il perginese trapiantato a Cles Gil Pintarelli e la sassolese Laura Ricci hanno imposto la legge del più forte anche nella terza e ultima tappa della Tovel Running, la più impegnativa della serie con arrivo lungo la riva del suggestivo lago dolomitico, aggiudicandosi così la decima edizione della corsa a tappe nonesa.
Pintarelli, inoltre, si è concesso anche il lusso di stracciare il record della frazione, che aveva ottenuto due anni fa Paolo Ruatti. In poco più di mezzora l’alfiere dell’Atletica Valsugana ha completato i 7,5 km con 300 metri di dislivello, migliorando di 19 secondi il primato di tappa con il tempo di 30’14”7, mentre Laura Ricci ha gestito la gara senza sprecare troppe energie e fermando il cronometro sulla prestazione di 37’59”4, un minuto più alta rispetto a quella che aveva fatto registrare nella nona edizione.
Se per il successo assoluto i giochi apparivano già fatti dopo pochi chilometri, non si può dire altrettanto per la lotta per il podio, con continui cambi di posizione lungo il percorso, soprattutto nella sfida maschile. Nel primo tratto su strada asfaltata il cembrano Alessio Loner era subito dietro a Pintarelli, con Giuliano Battocletti (al via solo nell’ultima tappa) terzo, quindi Don Franco Torresani e un gruppetto capitanato da Massimo Lavelli del Freezone e da Emanuele Marchi dell’Atletica Villanuova 70. Sui sentieri che portavano al lago di Tovel, il "prete volante" ha forzato il ritmo, riuscendo a raggiungere e superare Alessio Loner, quindi Marchi e Lavelli. Nel tratto nervoso che costeggiava lo specchio lacustre dolomitico sono cambiate ulteriormente le posizioni. Alla fine ha vinto Gil Pintarelli dell’Atletica Valsugana con il tempo di 30’14”7, seguito a 2 minuti e 5 secondi da Franco Torresani dell’Atletica Trento, che a sua volta ha inflitto 7 secondi al rimontante Massimo Lavelli, mentre Alessio Loner dell’Atletica Valle di Cembra ha ceduto nel finale, chiudendo a 2’20” dal vincitore e precedendo di 4 secondi Emanuele Marchi. Seguono in classifica Davide Iachelini dell’Atletica Val di Non e Sole e la coppia del Gruppo Alpinistico Vertovese composta da Manuel Mangili e Michele Dall’Ara. Decimo Giuliano Battocletti.
A seguito di queste prestazioni la decima Tovel Running ha sentenziato vincitore Gil Pintarelli con il tempo complessivo di 1h24’28”, quindi piazza d’onore per Don Franco Torresani a 4’45” e bronzo per Massimo Lavelli a soli 23 secondi dal "prete volante". Alessio Loner deve salutare il podio per soli 10 secondi, precedendo Emanuele Marchi e Michele Dall’Ara.
Più scontato l’esito della tappa femminile, con Laura Ricci del Corradini Excelsior Rubiera che ha dominato dal primo all’ultimo chilometro, chiudendo con il tempo di 37’59”4, precedendo di 2 minuti e 2 secondi Francesca Patuelli della Gs Gabbi, quindi a 2 minuti e 29 secondi ecco Lucia Filippi dell’Atletica Valle di Cembra. Dietro Cristina Tenaglia dell’Atletica Trento, Lucia Pedranz dell’Atletica Rotaliana ed Eva Neznama dell’Atletica Villanuova.
Nella finale della Tovel Running terza affermazione consecutiva per Laura Ricci con il tempo complessivo di 1h42’18”, staccando di 7’47” Francesca Patuelli, di 10’21” Lucia Filippi, quindi di 12 minuti Cristina Tenaglia dell’Atletica Trento. Quinta Eva Neznama.
Per gli organizzatori, capitanati dal atleta Adriano Pinamonti, costretto a dare forfait all’ultima tappa per l’infortunio alla caviglia, un successo organizzativo, con oltre 120 partecipanti, dei quali il 70% da fuori provincia e con la promessa di riproporre l’evento con la consueta cadenza biennale nel 2018.
Nella graduatoria per società si è imposta l’Atletica Val di Non e Sole, davanti all’Atletica Rotaliana e a Le Maddalene Sky Team.

ECCO IL LINK VIDEO DELLA TERZA TAPPA: https://www.youtube.com/watch?v=Q89UvTjR48w

Le dichiarazioni

Gil Pintarelli: «Ho deciso di partecipare per la prima volta alla Tovel Running solo pochi giorni prima. Mi sono trasferito a Cles da un anno e spesso mi alleno su questi tragitti. Ho affrontato le tre tappe facendo sempre il mio ritmo, perché ho anche utilizzato questa competizione per affinare la mia forma fisica. Mi fa piacere essere riuscito ad iscrivere il mio nome nell’albo d’oro».
Laura Ricci:
«Correre lungo un lago come quello di Tovel è sempre un’esperienza straordinaria. Si dimentica anche la fatica. Ci tenevo a vincere in questa gara alla quale sono affezionata, anche se sono giunta un po’ scarica, senza allenamento dopo la fatica del Tourlaghi. Sono riuscita a gestire bene le energie».
Franco Torresani:
«Una tappa molto combattuta, con continui cambi di posizione nella lotta per il secondo e terzo gradino del podio. È stata una bella giornata di sport, con un tanti avversari di valore e ne è uscita un’edizione interessante».
Adriano Pinamonti:
«Dal punto di vista agonistico ho preferito non prendere parte all’ultima tappa perché sento ancora dolore alla caviglia, per quanto riguarda invece l’aspetto organizzativo siamo soddisfatti per come è andata la competizione e per il lotto di partecipanti, ormai affezionati alla nostra gara e molti dei quali provenienti da fuori provincia. La Tovelrunning rimarrà nella formula biennale».

Classifica della terza tappa | Classifica generale finale

FOTOGRAFIE (download)

 


LE FOTOGRAFIE DELLA SECONDA TAPPA

Classifica della prima tappa | Classifica della seconda tappa | Classifica generale

La seconda tappa della Tovel Running esalta ancora Gil Pintarelli e Laura Ricci

Gil Pintarelli e Laura Ricci dominano anche la seconda frazione della «Tovel Running» e mettono le mani sulla decima edizione della corsa nonesa, che domani si chiuderà con l’ultima suggestiva tappa tracciata intorno al lago. Come avvenuto venerdì nel prologo serale lungo le vie di Tuenno, l’atleta perginese dell’Atletica Valsugana, noneso di adozione (vive a Cles), e la runner sassolese hanno costruito il proprio successo di giornata, e quindi messo una seria ipoteca su quello finale, con una prova di grande sostanza, impossibile da replicare per i diretti avversari. Pintarelli è giunto in solitaria al traguardo in località Capriolo con il tempo di 34’23”, al termine dei 9,1 chilometri che hanno portato gli atleti lungo la Val di Tovel, prima sull’asfalto, poi nel bosco, infine in mezzo ai massi della località Glare e sull’ultimo chilometro in discesa. Dietro di lui si è scatenata, per tutta la frazione, un’autentica bagarre, risoltasi con lo spunto di Franco Torresani (Atletica Trento), che infine ha piegato la resistenza del bergamasco Massimo Lavelli (Free Zone), divisi da appena tre secondi a un minuto e mezzo dal vincitore. Nella prima parte di gara, invece, nelle posizioni dietro al leader si era insediato un drappello composto da Adriano Pinamonti, Alessio Loner e lo stesso Torresani, che ha retto fino quando non è terminata la parte nel bosco, a tre chilometri dal traguardo: a quel punto Pinamonti ha dovuto alzare bandiera bianca a causa del recente infortunio alla caviglia e si è ritirato, invece Massimo Lavelli e il bresciano Emanuele Marchi (Atletica Villanuova), quarto al traguardo, hanno superato Loner nel tratto finale in discesa fino ad insidiare da vicino Torresani, che però ha retto fino al termine.
In classifica generale Pintarelli vanta 2’40” su Torresani, 3 minuti su Lavelli, che ha appena 2 secondi di vantaggio sul quarto, Loner, e 24 su Marchi.
In campo femminile Laura Ricci ha fatto gara a sé, anche perché la seconda e la terza classificata della prima giornata, Lara Torresani e Giulia Franchi, non hanno preso parte alla tappa di oggi. La modenese della Corradini Rubiera è giunta al traguardo con il tempo di 41’09”, staccando di quasi 3 minuti la bolognese del Gs Babbi, in un derby della Via Emilia, Francesca Patuelli, che ha così messo in cassaforte la seconda piazza in classifica generale. Terza la cembrana Lucia Filippi, a un minuto e mezzo dalla Patuelli, quarta Cristina Tenaglia dell’Atletica Trento.
Domani la «Tovel Running» si chiuderà con una tappa che prenderà le mosse dal località Glare alle 9,30 e si chiuderà in riva al Lago di Tovel, 7,5 chilometri tutti da godere in virtù degli scorci che regalerà agli atleti.

Le dichiarazioni

Gil Pintarelli sente di avere la gara in pugno: «Sto molto bene, mi alleno con regolarità e in gara le cose vanno nel migliore dei modi. Quando la condizione è questa tutto diventa più facile».
Franco Torresani è molto soddisfatto del secondo posto: «Sono contento, perché ho perso un po’ di terreno sulla prima discesa, sono finito addirittura al sesto posto prima di cominciare la rimonta. All’inizio del bosco ho raggiunto Pinamonti e Loner e poi ho difeso con i denti la seconda piazza, che spero di conservare fino a domani pomeriggio».
Laura Ricci non ha dovuto spendere eccessive energie: «Sento ancora nelle gambe le quattro tappe del Tourlaghi e quindi se non sono costretta a dare il massimo cerco di gestirmi, anche perché con un fondo così bagnato bisogna stare attenti, soprattutto sui ponti di legno. I panorami sono sempre favolosi e oggi ho potuto godermeli».
Francesca Patuelli non si era mai trovata così avanti in classifica generale: «Il secondo posto di oggi e quello nella classifica generale è un risultato bellissimo, che arriva alla mia quarta partecipazione a questa competizione, cui sono affezionatissima».

 


Tutti i comunicati | Visualizza comunicato nel sito

FOTOGRAFIE (download)

Pintarelli e Ricci primattori sotto la pioggia Dominano il prologo della Tovel Running 

La decima edizione della «Tovel Running» ha preso il via questa sera con un prologo bagnato. La prima tappa, che porta tradizionalmente gli atleti a rompere il ghiaccio nella tre giorni podistica nonesa su un circuito costruito lungo le strade di Tuenno, ha visto subito mettersi in luce i due favoriti Gil Pintarelli e Laura Ricci, che hanno dominato in campo maschile e femminile fin dai primi metri di gara, senza farsi perturbare più di tanto dal maltempo, che da metà gara in poi ha messo a dura prova la resistenza dei concorrenti. Il perginese dell’Atletica Valsugana è passato con venti secondi di vantaggio già dopo un paio di chilometri, nel punto in cui il percorso sfiora la piazza dove vengono posizionati partenza e arrivo, controllando poi la situazione senza difficoltà ed anzi incrementando progressivamente il gap sulla coppia inseguitrice, composta da Alessio Loner (Atletica Val di Cembra) e da Adriano Pinamonti (Atletica Valli di Non e Sole), che hanno corso l’intera frazione appaiati. È stato proprio il duello per la seconda piazza quello che ha creato maggiore suspense, non solo perché Loner e Pinamonti lo hanno deciso in volata, ma anche perché il quarto classificato, Franco Torresani, sotto il diluvio si è reso protagonista di un recupero notevole, che lo ha portato dal decimo posto, al termine del primo giro, ad agganciare la coppia noneso–cembrana prima della discesa finale verso la piazza, quando i due hanno preso un piccolo vantaggio. Il vincitore ha chiuso con il tempo di 19’50”05, oltre un minuto in meno di Loner (20’52”06) e Pintarelli (20’53”03). Torresani ha chiuso in 20’57”07 e in classifica generale mantiene dunque intatte le proprie chance di giocarsi il secondo e il terzo posto finale con gli altri due. Al quinto posto troviamo il bergamasco Massimo Lavelli (Free Zone) con il tempo di 21’10”08.
In campo femminile ha dominato la scena, come facilmente pronosticabile, la modenese Laura Ricci (Corradini Excelsior Rubiera), reduce dal successo alla Tourlaghi, correndo fin dall’inizio insieme ai primi venti atleti maschi: 23’09’01 il suo tempo. Dietro a lei troviamo Lara Torresani (Atletica Valli di Non e Sole) in 24’06”09, Francesca Patuelli (Gabbi) in 26’01”09, Eva Neznama (Atletica Villanuova) in 26’13”08 e, quinta, Cristina Tenaglia (Atletica Trento) in 26’21”05.
Domani è in programma la seconda tappa, lunga 9 km con 400 metri di dislivello. Si parte alle ore 17,30 da Tuenno e si percorre la parte bassa della Valle di Tovel fino alla località Capriolo, con transito nei pressi de “Le Marocche”, zona sassosa di origine glaciale.

Le dichiarazioni

Soddisfatto Gil Pintarelli dopo il traguardo. «Pur essendo una tappa breve l’ho trovata molto “nervosa”, - ha spiegato - per questo ho cercato di allungare sin da subito. Cercherò di mantenere il vantaggio sugli inseguitori».
La vincitrice Laura Ricci temeva il temporale: «Quando il tempo è così brutto sono molto tesa, per fortuna la temperatura è rimasta comunque buona. Non possono nascondere che punto alla vittoria».
L’atleta di casa Adriano Pinamonti era impegnato in un doppia sfida: «Ho deciso di gareggiare nonostante l’infortunio alla caviglia. Dolore ne ho sentito, ma sono riuscito a gestirlo. Proverò ad affrontare anche le altre due tappe».


Joomla templates by a4joomla